Considerato il tè nero , Dark Tea, sono tè che subiscono un processo di fermentazione post-lavorazione. Dopo la lavorazione di appassimento ed essicazione, si mettono le foglie in una ambiente con temperature e umidità variabili, tali da far intervenire dei microrganismi che agiscono fermentando le foglie. Si parla di Pu erh crudo o verde , quando viene prodotto in modo tradizionale: appassito, stabilizzato, arrotolato, essiccato al sole, inumidito per farlo fermentare , a foglie sciolte o in panetti pressati , per qualche anno. In questo caso i batteri agiscono sugli zuccheri trasformandoli , da qui i sentori terrosi . Si parla invece di Pu erh cotto quando la lavorazione viene forzata per accelerare i tempi di fermentazione e stagionatura.