Classificato nero da noi occidentali per via delle foglie completamente scure, per i cinesi considerato un Tè Rosso perché l’infuso ha un color ambrato più o meno chiaro. E’ un tè completamente ossidato dopo l’appassimento e la lavorazione delle foglie, questo processo sviluppa due principali polifenoli che sono i responsabili delle sfumature intense e corpose del tè. A seconda dell’origine del tè possiamo avere sentori di tabacco, legno e sotto bosco, come quelli cinesi, oppure fruttati e floreali e quindi più astringenti come quelli indiani.